Chissà se la medaglia è vera...
Trofeo Donatori sugli sci

2012 - 5° Trofeo


5° Trofeo Donatori sugli sci

Malga S. Giorgio - 25 febbraio 2012

Più che una gara contro il tempo cronometrico, il Trofeo Donatori sugli sci di quest’anno si è rivelato una vera e propria sfida a quello meteorologico!

“Fino a venti giorni prima dell’appuntamento - ci racconta il capofila dell’organizzazione, Nicola Benini - non vi era la possibilità di svolgere la gara per mancanza di neve sull’impianto di risalita, poi con la modesta nevicata dei giorni precedenti, ma soprattutto con il freddo polare che ne è seguito, è stato possibile innevare anche lo skilift”.

 

Perfetto! Una volta finalmente verificatesi le condizioni per far svolgere la manifestazione sportiva, subito i presidenti delle sezioni Fidas Verona della zona nord si sono attivati per l‘organizzazione.

 

Una nuova preoccupazione ce l'ha data il freddo perché con le temperature di -15 °C registrate nel periodo non era certo tanto agevole partecipare alla gara, ma il meteo ha proseguito con i suoi scherzetti: in pochi giorni la temperatura si è alzata fino a +14°C, con tanto di sole primaverile! La neve si stava sciogliendo, il fondo pista cominciava a cedere, la traccia di risalita dello skilift da bianca è diventata marrone, ma abbiamo mantenuto la fiducia di poter fare comunque la gara.

 

Alla fine è arrivata la sera programmata e, perciò, ci siamo trovati pronti a Malga S. Giorgio con +11 gradi di temperatura e +8 nella conca della gara. La squadra di servizio degli impianti ha cominciato a battere la pista, tracciare lo slalom, impiantare il tendone e gonfiare la mongolfiera Fidas Verona. La  temperatura è finalmente iniziata a calare e quindi… si fa la gara!

 

77 i concorrenti iscritti e 54 quelli che hanno concluso una gara di slalom sempre affascinante, anche se ovviamente impegnativa a causa del fondo pesante e che comunque ha retto bene fino all’ultimo concorrente il quale, peraltro, ha realizzato il secondo miglior tempo.

Tutti i partecipanti si sono divertiti e hanno “tirato fuori la giusta grinta agonistica”, a partire dal più piccolo, classe 2005, al più grande del 1942.

 

Il trofeo principale, quest’anno ha fatto ritorno nella sezione di Bosco Chiesanuova dopo due anni di dominio di quella di Grezzana.

Sono state 17 le sezioni Fidas Verona che hanno iscritto i loro rappresentanti: confidiamo la prossima volta di avere una più larga partecipazione. E perché no? Forse l’anno prossimo ci sarà spazio anche per lo snowboard…


Nella colonna a destra è disponibile una selezione fotografica (clicca sul numero della foto e sull'immagine stessa per ingrandirla). Inoltre, sono scaricabili le classifiche delle varie categorie, quella generale e per sezioni Fidas Verona.