Logo del Congresso
CONGRESSI NAZIONALI FIDAS

Bergamo/Milano 2017

56° Congresso Nazionale Fidas
Bergamo
, 28 e 29 aprile 2017
Milano, 30 aprile 2017


Per la prima volta nella storia della Fidas, il Congresso e la Giornata del Donatore si sono svolti in due diverse città in collaborazione tra loro: Bergamo e Milano.

L'auditorium di piazza della Libertà di Bergamo ha ospitato i lavori congressuali, mentre nella città di Milano si sono radunati migliaia di donatori che hanno sfilato per le vie del capoluogo lombardo.

I delegati giunti a
Bergamo da tutta Italia hanno discusso sulla corretta gestione delle attività svolte, sui compiti assegnati alle associazioni dei donatori, sugli ultimi aggiornamenti normativi dell'attività sanitaria per giungere agli obiettivi in termini di autosufficienza, qualità, sicurezza, tutela del donatore e del ricevente. In tale prospettiva, il volontariato del dono svolto dalla Fidas
si qualifica, si valorizza e si accredita come partner autorevole e affidabile.
A fronte di tanto impegno, quasi tutte le associazioni lamentano una diminuzione di risorse con particolare riferimento alla carenza di personale medico e alla sua formazione adeguata per lo svolgimento delle attività trasfusionali; inoltre, la fase di riorganizzazione della rete trasfusionale si dimostra complessa e a velocità variabile da regione a regione. Diverse sono le sfide che devono essere affrontate con il massimo coinvolgimento di tutti gli attori del sistema e a cui la
Fidas
non si sottrarrà.

A inizio Congresso, alla presenza del direttore del Centro Nazionale Sangue, Giancarlo Maria Liumbruno, della dirigente dell’Ufficio Sangue e Trapianti del Ministero della Salute, Maria Rita Tamburrini, l’assegnazione del VII premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi” riservato ai temi del volontariato e della donazione del sangue e patrocinato dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti, dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dal Centro Nazionale Sangue e dalla SIMTI, Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia.
Ad aggiudicarsi il riconoscimento, per la sezione TV/radio, Gerardo D’Amico di Rai News 24 per la rubrica "Basta la salute" trasmessa il 20 luglio 2016. La giuria, composta da professionisti del settore e da responsabili associativi ha premiato il giornalista
“per aver ritmato con fluidità e cura, secondo le esigenze del mezzo televisivo e dei fruitori della TV generalista, una mole considerevole di messaggi, dati e procedure relativi alla donazione del sangue”.
Francesco Riccardi di Avvenire ha vinto per la sezione stampa/web con l’editoriale “Vere anemie d’Italia e l’antidoto” pubblicato il 14 gennaio 2017. La giuria ha scelto il suo articolo “per aver sottolineato in maniera agile, ma non superficiale, come l’atto di donazione del sangue sia un gesto di responsabilità civile e amore per la collettività ,e per aver invogliato il lettore in maniera gentile e credibile a compiere di persona un atto gratuito e potente”.

36a Giornata del Donatore

"Finalmente, dopo tanti anni di tempo incerto e piovoso, una Milano assolata accoglie circa 10mila donatori che sono arrivati da tante regioni per la Giornata del Donatore Fidas". Queste sono le prime parole del presidente nazionale Fidas, Aldo Ozino Caligaris, che poi ha ringraziato tutti i convenuti ribadendo il ruolo fondamentale dei donatori di sangue.

La mattinata si è aperta con l'incontro nei giardini Indro Montanelli per la celebrazione della Santa Messa con don Paolo Fontana,
responsabile pastorale della salute della diocesi di Milano, al termine della quale si sono susseguiti i saluti delle autorità. Il lungo corteo aperto da 170 tra gonfaloni e labari (tra cui 20 sezioni Fidas Verona) ha percorso le larghe vie di una Milano vestita e festa e con tanto movimento di gente tipico del capoluogo meneghino. Un fiume di gente ha attraversato la zona centrale fino alla celebre Piazza della Scala, sede del prestigioso teatro, tra la musica della Banda D’Affori, di quella di Paullo e di Peschiera Borromeo; sono state molto apprezzate anche  le coreografie degli alfieri di Costigliole d’Asti.

Il passaggio del testimone fra i rappresentanti della Fidas Lombarda e di quella di Napoli, dove si svolgerà il Congresso del 2018, ha ricordato che il dono del sangue attraversa l'Italia da un capo all'altro con i suoi valori di gratuità.

Nella gallery sono caricati il logo del Congresso e la rassegna fotografica.