Burlamacco e Ondina, maschere ufficiali del Carnevale di Viareggio
CONGRESSI NAZIONALI FIDAS

Viareggio (LU) 2015

54° Congresso Nazionale FIDAS
Viareggio (Lucca), 1-2-3 maggio 2015

Organizzare il Congresso Nazionale e la Giornata del Donatore è stata una grande opportunità per risaltare la realtà di Fidas Viareggio; nel 2012, infatti, l'associazione è stata la prima che in Toscana ha aderito alla Fidas. I dirigenti, spinti dall'entusiasmo, fin da subito hanno avanzato la candidatura viareggina per ospitare i lavori congressuali della federazione dei donatori di sangue, ottenendo una rapida e favorevole approvazione.

"Purtroppo - ha sottolineato Dimitri Pezzini, presidente di Fidas Viareggio - le amministrazioni comunali che si sono alternate negli ultimi due anni, non hanno capito l'importanza di questo evento e, complice il commissariamento del Comune, non siamo stati affatto aiutati. Tutto quello che abbiamo fatto lo abbiamo messo in piedi con il solo aiuto delle forze dei volontari dell'associazione che ringrazio per il tanto tempo dedicato".

Il Congresso si è svolto al Gran Teatro di Torre del Lago, paese che ha ospitato per lungo tempo il genio del celebre compositore Giacomo Puccini, la cui villa-museo è meta di numerosi turisti che ben conoscono le immortali opere composte dal maestro quali: La bohème, Tosca, Madama Butterfly e Turandot.

Durante i lavori sono state discusse problematiche non solo di carattere tecnico e organizzativo della Fidas, ma anche questioni attuali inerenti l’etica e il buon uso del sangue e degli emoderivati. è stato anche posto l'accento sulla necessaria sensibilizzazione delle nuove generazioni, operazione necessaria per garantire un corretto ricambio dei donatori.
Ospiti di rilievo sono stati Valentina Molese (direttrice del Centro Regionale Sangue della Toscana), Claudio Velati (presidente Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia), Giuliano Grazzini (direttore del Centro Nazionale Sangue) e Maria Rita Tamburrini (dirigente dell’ufficio VIII "Sangue e trapianti" del Ministero della Salute). è stato, inoltre, evidenziato che il Sistema Sanitario Italiano è ancora tra i primi al mondo, nonostante i tagli economici a cui è sottoposto, e che il sangue deve essere a disposizione di chiunque in tutta Italia grazie a una modulazione e gestione che deve essere sempre più qualitativamente efficiente.


Nel corso del Congresso, così come avviene dal 2011, è stato consegnato il V Premio giornalistico “FIDAS - Isabella Sturvi”, riconoscimento nazionale riservato ai temi del volontariato e della donazione del sangue, patrocinato dall'Ordine Nazionale dei Giornalisti, dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dalla Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia (SIMTI) e dal Centro Nazionale Sangue (CNS).
Quest'anno, per la sezione stampa/web, se lo sono aggiudicato Donatella Barbetta (Il Resto del Carlino - La Nazione - Il Giorno) e Alessandro Graziadei (Unimondo.org)
, mentre Giuseppe Guglielmo di Rai 3 Calabria ha vinto nella sezione radio/tv.
Isabella Sturvi, scomparsa improvvisamente il 12 luglio 2009 a seguito di una grave malattia, è stata a lungo responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, dove si è fatta apprezzare per il suo impegno, la sua competenza e la sua sensibilità.

34a Giornata del Donatore

Domenica 3 maggio, accolti da un timido sole dopo la pioggia dei giorni prima, e dal benvenuto di Burlamacco e Ondina, maschere ufficiali del Carnevale di Viareggio, i donatori e simpatizzanti della Fidas sono arrivati da tutta Italia per una giornata di festa e per testimoniare l'importanza della donazione del sangue. Sarà stata la curiosità di vedere per la prima volta un incontro del genere in Toscana, sarà che Viareggio è una cittadina decisamente nota, fatto sta che più di 10mila persone hanno sfilato nel lungomare della città con labari, striscioni, magliette e cappellini. Un lunghissimo serpentone colorato e gioioso giunto fino a piazza Mazzini dove il vescovo di Lucca, mons. Italo Cappellini ha accolto tutti con piacere e celebrato la Santa Messa impartendo la solenne benedizione del mare.
Tutto si è svolto in un grande clima di festa anche grazie alla buona musica suonata da ospiti d'onore quali le Fanfare dei Bersaglieri e degli Alpini, la Filarmonica Versilia e La Libecciata - banda ufficiale del Carnevale di Viareggio - che hanno accompagnato con tanto ritmo e bravura la mattinata della grande festa targata Fidas.

Il prossimo appuntamento è fissato a Gorizia, città che dal 22 al 24 aprile 2016 ospiterà il 55° Congresso Nazionale e la 35a Giornata del Donatore.

Nella gallery è caricata la rassegna fotografica.