News Fidas

Coronavirus: si dona regolarmente nei Centri Trasfusionali veronesi

Alla luce di quanto sta succedendo in queste ore riguardo il Coronavirus, il Centro Nazionale Sangue conferma che non vi sono indicazioni alla sospensione dalla donazione se non per alcune categorie.
Le misure per prevenire la diffusione del virus riguardano, infatti, i donatori che hanno viaggiato in tutto il territorio cinese e che sono stati a contatto con soggetti con infezione documentata.
La scelta di attivare le misure si è resa necessaria dopo le segnalazioni pervenute dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

In via precauzionale saranno rafforzate le misure di sorveglianza sui possibili casi importati attivando la sorveglianza anamnestica del donatore di sangue per viaggi nell'area interessata, e applicando il criterio di sospensione temporanea di 14 giorni dal rientro per i donatori che abbiano soggiornato nell'area interessata.
I donatori sono invitati a informare il Servizio Trasfusionale di riferimento in caso di comparsa di sintomi compatibili con infezione da Coronavirus.

Il Dipartimento Trasfusionale di Verona (DIMT), unitamente a Fidas Verona, intende tranquillizzare i donatori sulla sicurezza del nostro sistema sangue, in quanto sono tutte attive le misure di contenimento.

In generale si dona il sangue solo quando si è in buona salute, quindi i donatori devono comportarsi come sempre, seguendo il fondamentale criterio dell’autosospensione in caso di sintomi da raffreddamento e febbre o altri sintomi simili. È opportuno poi avere la sensibilità di comunicare alla struttura trasfusionale se tali sintomi sono comparsi nei 28 giorni dopo la donazione.
Insomma, vige il principio di massima precauzione, ma è importante ribadire che il nostro sistema trasfusionale è sicuro e di qualità.
L'attività dei Centri Trasfusionali veronesi prosegue, quindi, con regolarità e i donatori in buona salute sono invitati a proseguire nella loro opera di prezioso volontariato.

Poiché stanno girando centinaia di messaggi anche fuorvianti, vi invitiamo a mantenere la calma e a informarvi solo da fonti ufficiali e certe.

Commenti (0)