News Fidas

Fidas Verona e BluVolley insieme a scuola

Volontari, dirigenti e atleti andranno nelle classi
per parlare di dono del sangue e solidarietà a oltre 4.000 studenti

Di nuovo insieme, nelle scuole, per diffondere la cultura del volley e dello star bene. Il “Progetto scuole” torna per il secondo anno, unendo Fidas Verona e BluVolley Verona in un percorso che porterà i rappresentanti delle due realtà a entrare in contatto con più di 4.000 studenti, di ogni ordine e grado, delle scuole di Verona e provincia.

«Dopo il gran successo dello scorso anno, saremo ancora con più entusiasmo in tutti gli istituti, da ottobre a maggio – dice Andrea Totolo, responsabile delle attività promozionali BluVolley –. Porteremo la nostra testimonianza di salute e benessere, unita all’importanza della donazione di sangue. Inoltre, sarà l’occasione per avvicinare gli studenti alla passione per il volley: tutti i ragazzi, infatti, saranno invitati ad assistere a una partita di SuperLega della Calzedonia Verona a un prezzo promozionale».

«Sport e dono hanno in comune l’impegno e la passione: quando si incontrano possono nascere collaborazioni felici come questa – sottolinea Chiara Donadelli, presidente di Fidas Verona –. L’entusiasmo dei nostri volontari e la dedizione dei giocatori e dei tecnici BluVolley ci permettono di veicolare con maggior efficacia il messaggio del dono del sangue anche in classe. Da 13 anni, inoltre, i nostri donatori svolgono un servizio gratuito di controllo degli accessi all’Agsm Forum durante le partite casalinghe di BluVolley. Una partnership che rende visibile un gesto semplice, come quello di allungare il braccio. Non costa nulla e può salvare tante vite».  

Per tutto l’anno scolastico 2019/2020, dunque, i volontari di Fidas Verona e la società gialloblù lavoreranno fianco a fianco per diffondere la cultura del dono. «Partecipiamo a questa bella iniziativa soprattutto perché si parla di due cose collegate strettamente: salute e sport – evidenzia Alice Azzi, istruttrice BluVolley –. Uno stile di vita sano fa bene a tutti, ed è legato alla scelta, per i più grandi, di poter diventare donatori di sangue. Con i più piccoli si faranno in particolare attività ludiche, vicine al mondo della pallavolo. Coi più grandi ci sarà molto dialogo, anche attraverso video e altri materiali, per trasmettere il legame attivo fra sport e salute».

A tutti gli studenti verrà consegnata una sacca contenente materiale informativo. Con una novità: quest’anno, Corsini Cancelleria si è unita al “Progetto scuole”, sostenendolo con un simpatico omaggio riservato ai partecipanti.
Per informazioni ulteriori: www.fidasverona.it. Per prenotare la propria donazione si ricorda il numero verde 800 310 611.

Commenti (0)