News Sezioni

Negrar festeggia i neo diciottenni che ora possono votare e donare il sangue

Diventare maggiorenni significa acquisire diritti e doveri: da votare, a essere partecipi della comunità fino a donare il sangue. E’ questo il messaggio rivolto ai neo diciottenni da parte dell’Amministrazione comunale di Negrar a 50 ragazzi, in rappresentanza dei 200, che nel 2018 hanno compiuto 18 anni con la consegna della Costituzione italiana. Presenti, oltre amministratori comunali, anche i rappresentanti delle associazioni dei donatori di sangue Fidas Verona e Avis.

Il sindaco Roberto Grison ha evidenziato che è insito in ogni persona il significato di maturità ma che «la maggiore età rappresenta uno spartiacque della nostra vita. E’ il momento che ci rende partecipi della comunità e ci richiama a due concetti: la fratellanza e la solidarietà». «La più grande carica politica – ha precisato il Sindaco – è quella di cittadino».

Nel prendere la parola, i rappresentanti di Avis Provinciale di Verona e di Fidas Verona, che hanno donato alcuni gadget con un opuscolo informativo, hanno evidenziato che nel Comune di Negrar con 18mila abitanti, solo 500 sono i donatori di sangue attivi appartenenti a entrambe le associazioni e quindi c’è bisogno di nuovi volontari magari tra i giovani. Donare è una scelta che fa del bene e fa stare bene perché è un gesto che dà vita e speranza a chi ha bisogno.


 

Commenti (0)