News Sezioni

Perzacco: la 'CaminarDonando' fa il pieno di solidarietà

Obiettivo raggiunto: la “CaminarDonando”, organizzata lo scorso 4 settembre a Perzacco dalla sezione Fidas Verona di Perzacco, col suo gruppo podistico gli “Svenati”, ha fatto camminare la solidarietà. 

Per la terza edizione della manifestazione, per la prima volta anche in presenza, 450 partecipanti hanno percorso i due tracciati, di 7 e 15 chilometri, immergendosi nel verde della campagna. Altri 560 si sono uniti virtualmente da tutta Italia e perfino dall’estero, con delle partecipazioni dagli Stati Uniti, per dare il proprio sostegno al messaggio del dono.

Anche quest’anno l’intero ricavato andrà ad AS.IT.O.I. ets (Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta), presieduta da Leonardo Panzeri, che sostiene la ricerca sulla malattia genetica rara di cui porta il nome, l’Osteogenesi imperfetta, che comporta fragilità e deformità ossee. 
I 1.010 partecipanti dell’edizione 2022 hanno permesso di raccogliere 5mila euro, che verranno utilizzati da AS.IT.O.I. per progetti necessari per sostenere la ricerca o per collaborare con uno dei centri di riferimento nazionale, che è quello di Verona. 

«Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno creduto in questo progetto, sia venendo a camminare a fianco a noi, sia facendolo da lontano», commentano le organizzatrici, Barbara Feder, presidente dalla sezione Fidas Verona di Perzacco, ed Elena Remonato, segretaria della sezione, fondatrici del gruppo podistico gli “Svenati”. «Così come la richiesta di sangue ed emocomponenti non si ferma mai, nemmeno la ricerca per le malattie genetiche si deve fermare – sottolineano –. Come donatori siamo abituati e fieri di tendere il braccio per aiutare chi ha bisogno di noi: la stessa mano ora la tendiamo anche per aiutare la ricerca sull’Osteogenesi imperfetta».  

Alla buona riuscita della manifestazione, patrocinata dalla Regione Veneto e dal Comune di Zevio, hanno contribuito il Gruppo Alpini di Perzacco, il Circolo Noi, l’Antico Carneval de Parsaco, l’A.C. Perzacco Calcio, l’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Zevio e il gruppo della Protezione Civile. Erano presenti anche i donatori di Gadas Torviscosa (Udine). «A tutti loro va il nostro ringraziamento», concludono le donatrici. 

Commenti (0)