News Fidas

Risultati di una ricerca: donare sangue fa molto bene alla salute

Donare il sangue fa bene. Lo dice un'indagine promossa da Fidas nazionale e presentata nel corso del 58° Congresso Nazionale svoltosi a Matera in questi giorni.
Sono stati testati 1049 donatori di sangue che hanno fatto almeno due donazioni annuali: i volontari in questione hanno evidenziato di essere meno esposti a rischi cardiovascolari.
Nella ricerca sono entrati i parametri chimico-clinici di emoglobina, ematocrito, ferritinemia, colesterolo totale e Hdl. Dai risultati si è potuto notare come i donatori uomini con età media di 50 anni, siano meno ipertesi e con valori minori di colesterolo e Hdl e che il rischio cardiovascolare sia pari all’1,1%: una percentuale decisamente più bassa rispetto ai soggetti non donatori.
Per quanto riguarda le donne con pari caratteristiche, la percentuale di rischio si abbassa allo 0,45%.

Ma essere donatori ha un riflesso positivo anche sull’autostima e sull’emotività durante la donazione: il 96,46% non si sente speciale e ritiene che la donazione sia un atto assolutamente normale.
Il 96,8% del campione preso in considerazione dimostra un’emotività normale durante la donazione a conferma della cosciente responsabilità dell’atto compiuto.

Il donatore, quindi, non si considera un "eroe", ma un soggetto del tutto normale impegnato nell’aiutare il prossimo in difficoltà e questo aspetto lo stimola anche a un miglior stile di vita e a una maggior cura di se stesso.

La Fidas, su tutto il territorio nazionale, ha chiuso il 2018 con 435mila donatori periodici che hanno contribuito alla richiesta nazionale con 370mila unità di sangue ed emocomponenti.

Commenti (0)