Torneo Basso Veronese pallavolo

2018 - 18° Torneo

18° Torneo di pallavolo delle sezioni Fidas Verona del Basso Veronese
8° Memorial Agostino Crescente
Bionde di Salizzole - 23 giugno 2018


Il torneo di pallavolo delle sezioni del Basso Veronese, in memoria di Agostino Crescente, si conferma il torneo sportivo più longevo della storia di Fidas Verona compiendo il suo 18esimo anno. Per la terza volta consecutiva il torneo si è svolto in un’unica giornata, quest’anno nella location di Bionde di Salizzole.

Sette le sezioni partecipanti: Bonavicina, Bovolone, Cerea, Isola Rizza, Ronco all’Adige, Roverchiara e Salizzole con due squadre (Salizzole e Bionde).

La fase a gironi è stata molto concitata ed equilibrata e le squadre non si sono certo risparmiate; addirittura si è giunti sul 32-30 nella partita vinta dal Roverchiara a spese del Salizzole. Al termine, ben tre squadre sono giunte in entrambi i gironi a pari merito e per la prima volta la classifica è stata delineata dalla differenza punti. Da una parte, nel girone A, l'ha spuntata il Salizzole sulla sezione di Bionde e Roverchiara. Dall’altra parte, nel girone B, ha avuto la meglio il Bovolone davanti a Ronco e Cerea.

Alle ore 18 si è svolto il break tecnico con foto di rito di tutte le squadre a fianco dell'immancabile mongolfiera della nostra associazione. Quest’anno abbiamo fatto anche lo scatto fotografico di gruppo con gli sposi Francesca e Luca (donatore Fidas di Salizzole) che sono convolati a nozze nella chiesa a fianco dei campi da gioco proprio durante la prima parte del torneo.

Anche nelle partite della fase finale nessuna squadra si è risparmiata e alla fine Ronco all’Adige ha avuto la meglio sul Bovolone nella lotta per il terzo posto. La finalissima si è disputata tutta in casa dove si sono affrontate proprio le due squadre di Salizzole. L'incontro, giocato punto a punto, ha visto la vittoria per 26-24 della squadra di Bionde che si è aggiudicata il torneo.

Quanto appena descritto riguarda la cronaca, ma il torneo di pallavolo non è fatto solo di punti e numeri bensì di persone, donatori di sangue e simpatizzanti, che rendono sempre speciale questo evento; un bel mix tra giocatori “storici” (tanti sono ormai diventati mamme e papà) e ragazzi giovanissimi che hanno partecipato nonostante gli impegni degli esami di maturità.

"È bello ritrovarsi ogni anno a giugno tutti insieme a festeggiare la Fidas  ̶  afferma un soddisfatto Andrea Burato, coordinatore del torneo. "Si, perché ha vinto la nostra associazione, abbiamo vinto tutti noi che crediamo e portiamo avanti il gesto del dono del sangue. Esprimo un grazie di cuore a tutte quelle persone, e sono tante, che hanno contribuito con il loro lavoro a rendere speciale questa giornata. Senza di loro non ci sarebbero sano divertimento, passione e condivisione".

Nell'area download di questa pagina sono scaricabili il tabellone con i risultati delle partite e la classifica, l'albo d'oro e il regolamento.
Nella gallery sono inserite le foto della manifestazione sportiva.